Sei in: > > Come illuminare il bagno

Tendenze: Illuminare il bagno

Scegliere l’illuminazione del Bagno.
La luce giusta tra fibre ottiche, lampadari e faretti ad incasso.

Il Bagno negli anni si è evoluto notevolmente guadagnando una propria dignità tra i vari ambienti della casa. Arredato con sempre maggiore cura e ricercatezza nei rivestimenti, nei sanitari e nei mobili, particolare attenzione viene posta sulla scelta delle luci e della loro collocazione. Il mercato offre in questo senso una scelta di prodotti ampissima.

L’illuminazione deve essere funzionale e confortevole.
La regola principale è sempre questa. Perfette, per illuminare in maniera omogenea la stanza, sono le plafoniere o, se l’ampiezza e l’altezza dell’ambiente lo permettono, anche i lampadari a sospensione. In presenza di cartongesso, consigliamo l'installazione di faretti ad incasso. Una buona illuminazione è molto utile durante le operazioni di pulizia e riordino.

La lampada da parete è l'ideale per creare atmosfere rilassanti ed avvolgenti. Anche le luci a leds, oggi sempre più usate, assolvono a questo compito. Esse possono essere collocate nel pavimento, nel rivestimento delle pareti o lungo la base della vasca o della doccia. Effetti luminosi di grande effetto si possono ottenere con l'installazione di fibre ottiche.

L’illuminazione del lavandino e dello specchio è molto importante. Operazioni quotidiane quali truccarsi o radersi necessitano di una luce brillante e direzionabile.

Le Stanze da Bagno Padronali, invece, possono essere impreziosite con lampadari in vetro di murano, dalle forme non necessariamente classiche.

E’ bene che le accensioni dei vari corpi illuminanti siano indipendenti e che l'intensità di luce di ciascuno sia regolabile. Gli spazi Bagno dedicati ai bambini infine possono essere illuminati e arredati con lampade create per loro, colorate e divertenti.